Erice, 2 - 4 Giugno Festa Federicina

A Erice dal 2 al 4 giugno torna la 4^ edizione della Festa Federicina, una rievocazione storica medievale che riguarda l’arrivo ad Erice del re di Sicilia Federico III D’Aragona e della moglie Eleonora.
Trecento i figuranti e dodici i gruppi storici provenienti da tutta la Sicilia. Quest’anno, inoltre, saranno presenti anche i “Tamburi e balestrieri di Norcia”.
L’evento inizierà venerdì 2 giugno alle ore 10 a Porta Trapani con l’arrivo in città del Corteo con in testa i Reali, seguiti da dame e cavalieri accolti dai musici e sbandieratori “Real Trinacria” Trapani-Erice, dal gruppo medievale «Monte San Giuliano – Erice», dai Cavalieri “Stella del Vespro” (EN) e dai “Tamburi e balestrieri di Norcia” (PG).
In Piazza Loggia ci sarà la consueta cerimonia di Consegna delle chiavi della città e la Festa di benvenuto. Tra le novità di quest’anno anche la location del Villaggio medievale, che non sarà più ospitato all’interno del giardino del Castello, ma nel suo luogo naturale, il Cortile della Chiesa di Sant’Antonio, a Porta Spada. Qui, alle 11, arriverà il corteo regale.

Ancora una volta il Villaggio medievale vedrà gli Artigiani e la loro arte: il Maniscalco e la sua mascalcia, l’accampamento militare con i “Cavalieri della Torre – Stella del Vespro” di Enna, con dimostrazione di duelli cortesi e di tiro con l’arco, e ancora i popolani, le guardie e i cavalieri del gruppo medievale “Monte San Giuliano – Erice”; i suoni, gli odori ed i sapori del medioevo, tra cui la zuppa medievale, realizzata dal Ristorante “Ulisse” di Erice, e l’ippocrasso, il vino speziato medievale.
In questa 4^ Edizione non ci sarà il “Conviviale Medievale”, ma sabato 3 giugno alle 19 ci sarà la “Sagra della porchetta” con degustazioni di zuppa, pane caldo, frittelle dolci, porchetta e l’ippocrasso.

La manifestazione è organizzata dall’Associazione“TraDuMari”, con il Patrocinio del Comune di Erice e della FondazioneEriceArte.
Il programma completo è disponibile sulla pagina ufficiale dell’evento.

    Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *